Volontari per Corpi Civili di Pace in Libano

Arci ed Arcs selezionano 4 volontari/e per il progetto "Facilitatori di pace per comunità resilienti nei quartieri suburbani di…

A Varese "Peter Pan guarda sotto le gonne"

Il crowdfunding per portare in scena lo spettacolo che prende spunto da episodi dell'infanzia di persone transgender

La storia non si riscrive. Il 27 gennaio Giornata della Memoria

In occasione della Giornata della Memoria del 27 Gennaio, molte iniziative saranno promosse da circoli e comitati Arci in tutta Italia. Inoltre, il 2 febbraio partirà il primo dei Treni della Memoria, organizzati da Arci e Associazione Deina che porteranno più di 1300 giovani a Cracovia e agli ex lagher di Aschwitz e Birkenau. All'interno materiali grafici e proposte culturali 

Un primo bilancio della Campagna di raccolta fondi del Bibliobus

Si è conclusa lo scorso 6 gennaio la campagna di crowdfunding per il progetto Bibliobus dell'Arci che fa parte del programma "La cultura per la ricostruzione" a sostegno delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Info all'interno

Image and video hosting by TinyPic


Dentro l'emergenza: l'attività dell'Arci nel terremoto del Centro Italia 

gioc3.jpgGli eventi sismici di agosto e ottobre erano già di portata straordinaria: solo nelle Marche sono dichiarati terremotati 120 comuni distribuiti in 4 provincie su 5. È altresì noto come il terremoto del 24 agosto aveva sconvolto le comunità ascolana e reatina. Il 18 gennaio, altre quattro scosse di un’entità altissima hanno fatto ripiombare le comunità nella paura, mettendone a dura prova la tenuta psicologica. Come è noto, la nostra associazione stava reagendo a questa situazione tramite le molte iniziative proposte nei vari territori, fra cui spicca l’attività per bambini Giocare per ricostruire. Qui l'articolo di Massimiliano Bianchini, presidente Arci Marche

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png  
 

Torna il concorso "Obiettivi sul lavoro. Focus di questa edizione la creatività

logo_obiettivi.jpgSi chiuderà il prossimo 31 gennaio il bando di Obiettivi sul lavoro, lo storico concorso cinematografico e audiovisivo promosso da Ucca (Unione dei Circoli Cinematografici Arci) insieme ad Arci, con il sostegno della Direzione Generale per il Cinema del MiBACT. Il concorso si propone di selezionare e diffondere film e opere audiovisive che affrontino i vari aspetti legati al tema del lavoro. Il focus di questa sesta edizione del concorso – la prima online - è centrato sul fenomeno dei co-working, dei fablab e, in generale, della sharing economy. La partecipazione al concorso è gratuita. Le domande vanno inviate a obiettivisullavoro@ucca.it o per posta a Ucca, via dei Monti di Pietralata 16, 00157 Roma. Dettagli all'interno

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Il Piano del Ministro dell'Interno sull'immigrazione

cie.jpgDel piano Minniti sull’immigrazione sappiamo ancora poco. Solo quello che riportano i giornali. E quel che leggiamo non è chiaro o non ci piace. Intanto è sbagliato aver legato una ipotesi di modifica delle politiche sull’immigrazione a misure contro il terrorismo. L’unico risultato, in un Paese come il nostro che finora non ha subito attacchi, è di alimentare paure e razzismo. Del tutto sbagliato è anche aver avviato una discussione pubblica su un argomento così complesso partendo dalla coda, ossia da come si espellono coloro che non hanno un regolare titolo di soggiorno. Leggi l'articolo di Filippo Miraglia, vicepresidente nazionale Arci

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Plan Condor: il processo in Italia

desaparecidos_1.jpgVenti di libertà attraversavano il mondo negli anni sessanta: la contestazione studentesca, l’ambientalismo, il femminismo, il pacifismo, il movimento hippy e le grandi riunioni musicali come a Woodstock. 
L’America Latina fu coinvolta da questa ondata, sotto l’influenza in particolare dei movimenti guevaristi che si rifacevano alla rivoluzione cubana e all’esempio del Che Guevara e dei Comitati Ecclesiastici di Base legati alla Teologia della Liberazione. Tale ondata aveva trasformato il continente in un grande laboratorio di esperienze che lottavano per l’uguaglianza e l’autodeterminazione dei popoli. Leggi l'articolo di Ugo Zamburru, Consiglio nazionale Arci
 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Femminicidio, una tragedia che non si ferma


violenza_donne-11-3.jpg

Gessica, Rosanna, Tiziana, Ylenia, sono solo alcuni degli ultimi nomi di donne che la cronaca registra come vittime di femminicidio o tentato femminicidio nelle prime due settimane del 2017. Non solo, ma spesso sul web le vittime sono dileggiate, così come vengono dileggiate e minacciate donne della politica, giornaliste e tante altre. Si parla di misoginia dilagante e di problema culturale, a me sembra piuttosto un odio di genere a volte purtroppo ripetuto anche da soggetti di sesso femminile. Questo massacro non si fermerà con dichiarazioni di principio. Leggi l'articolo di Ornella Pucci, Consiglio nazionale Arci

 Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Legge sulla cittadinanza ferma al Senato, le organizzazioni de "L'Italia sono anch'io" indicono una mobilitazione permanente fino alla sua approvazione

litalia-sono-anchio.jpgIl 13 ottobre 2015, ormai più di un anno fa,  la Camera licenziò in prima lettura la proposta di riforma della legge sulla cittadinanza n.91/92. Quel giorno le organizzazioni della campagna L'Italia sono anch'io sperarono in una rapida approvazione definitiva della riforma da parte del Senato. 
Invece non solo la legge non è stata approvata, ma non è neanche iniziata la discussione nella competente Commissione Affari Costituzionali.  Per questo motivo la campagna ha deciso di indire una mobilitazione permanente fino a che non vengano stabiliti tempi certi per l’approvazione della legge. Testo del comunicato all'interno

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png
 
Libertà per Ocalan e per tutte le prigioniere e i prigionieri politici. Pace e giustizia per il Kurdistan

abdullah-ocalan-599x275.jpgLa lotta del Movimento di Liberazione Curdo per la democrazia, la coesistenza, l’ecologia e la liberazione delle donne ha raggiunto primi risultati positivi con l’allargamento del modello di autogoverno democratico nei territori liberati dal giogo delle bande ISIS. Ma con l’estensione della situazione di guerra attuale nel Bakur-Turchia, Rojava-Siria e nel Medio Oriente, i curdi e le altre popolazioni della regione affrontano gravi pericoli; lo stesso Movimento di Liberazione subisce nuove e pesanti minacce. Leggi tutto...

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Il network Arci su Produzioni dal Basso

 

brochure-rit.jpgIl network dell’Arci su Produzioni dal Basso è lo spazio online dove i circoli e i comitati Arci possono raccogliere fondi per realizzare i propri progetti di promozione culturale e sociale. Per entrare nel network, inserisci il tuo progetto su Produzioni dal Basso e chiedi l'accreditamento al network Arci. L’equipe di lavoro dedicata al network Arci promuoverà prioritariamente i progetti che rispondono ai nostri valori, hanno capacità di fare rete e di coinvolgere, sono sostenuti dal Comitato territoriale e/o regionale di riferimento da coinvolgere anche nel rapporto con i donatori con ricompensa, hanno un piano di comunicazione chiaro e dettagliato. Leggi all'interno l'articolo di Greta Barbolini, responsabile nazionale Arci Politiche Economiche

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png
image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss